Numero 49 – Dicembre 2018

Tre Momenti dell’Amore

di Valentina Casadei

 

“Bosco” di Valentina Casadei

MATTINO

Al mattino

Mi svegliavo con il rumore del parquet che scricchiolava

Ti eri alzato prima di me.

Io tenevo gli occhi chiusi

Giocavo al morto

E non muovevo nessuna parte di me

Tu credevi che dormissi

Ti avvicinavi

Spostavi i miei capelli dagli occhi

Pulivi la fronte

La preparavi al tuo bacio

Al tuo risveglio prezioso e segreto

Che neppure a me potevi svelare.

Mi dicevi “Buongiorno” ed andavi a lavoro.

Volevo aprire gli occhi.

“Buongiorno” pensavo.

Ma mi mancava la voce.

La porta sbatteva.

Partivi.

“Buongiorno” dicevo.

 

POMERIGGIO

Nel pomeriggio,

La luce dalle finestre filtrava,

Calda.

Ed io cercavo prove del tuo amore.

Come il cane da tartufo nel bosco

– Giocavamo nei boschi –

Correvo nella camera da letto

E nel letto disfatto

Cercavo indizi che tu avessi pensato a me

Per quella notte

Lontani.

Nel cuscino cercavo

Le tue lacrime già asciutte,

Nuove forme al materasso.

Poi andavo a lavoro.

 

SERA

Di sera,

Tornata a casa,

Percorrevo i sei piani di scale.

L’ascensore faceva troppo rumore.

Ti volevo impreparato al mio arrivo.

Volevo entrare

E trovarti,

Spoglio,

Ad aspettarmi.

Per capire come esisti

Quando io non son con te.

 

 

Poesia estratta da Tormento Fragile, Bertoni Editore, 2018.



home-page-off


Share